Cosa devi sapere sulla cessione del quinto INPDAP

2 dicembre 2017

A volte poter far fronte a spese impreviste o ad effettuare degli investimenti può rivelarsi estremamente utile. In questo caso viene in soccorso la cessione del quinto.

Ma quali informazioni sulla cessione del quinto inps ex INPDAP sono maggiormente rilevanti?

Si tratta di un finanziamento molto vantaggioso soprattutto per i pensionati INPS. Può comunque essere richiesto anche dai dipendenti statali e dai dipendenti privati con contratto a tempo indeterminato. Anche i pensionati ex INPDAP (adesso INPS) possono farne richiesta.

La rata mensile fissata per il rimborso del prestito verrà direttamente detratta in busta paga e, in caso di pensionato, direttamente dall’INPS.

Le buone notizie per i pensionati non finiscono qua. Sono parecchi gli istituti di credito che hanno stipulato, nel corso degli anni, molte convenzioni ed agevolazioni proprio per i pensionati che intendono richiedere la cessione del quinto.

Inoltre l’importo della rata mensile non può superare il 20% della pensione, questo significa che sarà comunque una spesa che è possibile fronteggiare ogni mese.

Anche il tasso d’interesse della cessione del quinto sulla pensione ha un bel vantaggio: rimane fisso per tutta la durata del contratto e la rata mensile è sempre la stessa. Questo significa evitare brutte ed improvvise sorprese sul proprio conto.

La durata delle rate varia da 24 a 120 mesi a seconda, soprattutto, dell’importo della rata mensile che il pensionato può realmente sostenere.

Finora abbiamo visto chi può accedere alla cessione del quinto. Ma quali categorie, invece, non rientrano in questa possibilità di finanziamento?

In particolare sono esclusi i titolari di pensioni di invalidità civile e pensioni sociali così come chi percepisce assegni mensili per inabilità o di sostegno al reddito.

Anche i lavoratori prossimi alla pensione e che sono fruitori di un’incentivazione per l’esodo non possono accedere alla cessione del quinto.

Vediamo adesso cosa bisogna fare per effettuare una richiesta di cessione del quinto:

  • Scegliere un istituto di credito affidabile, se possibile anche uno convenzionato con l’INPS per poter usufruire di eventuali agevolazioni
  • Richiedere al proprio ufficio INPS di riferimento il documento di cedibilità della pensione. Questo documento è molto importante in quanto vi è indicata l’importo massimo della rata mensile basato sulla pensione che viene percepita. Spesso gli istituti di credito che hanno una convenzione con l’INPS possono richiedere questo documento per via telematica
  • Portare con sé la copia del proprio documento di identità, il codice fiscale e l’ultimo cedolino della pensione percepita

Ma quali sono le garanzie che il pensionato ha se decide di chiedere la cessione del quinto?

Prima di tutto bisogna dire che l’INPS, proprio come forma di tutela, effettua spesso dei controlli sui vari istituti di credito che erogano la cessione del quinto.

Ma le informazioni su cessione quinto inps ex INPDAP non finisco qui. Infatti c’è un’altra garanzia molto importante. La cessione del quinto prevede un’assicurazione sulla vita del pensionato. In questo modo, nel caso in cui venga a mancare prima dell’estinzione del debito, i familiari non dovranno occuparsi di nulla perché ci penserà l’assicurazione a coprire l’importo ancora non rimborsato.

Nessun commento

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi