Come e quando togliere il pannolino ai bambini

25 ottobre 2017

Il vostro bambino vi sorprende e stupisce ogni giorno che passa ed ora è arrivato il momento di mettere a segno un’altra grande conquista. Ma come e quando togliere il pannolino ai bambini?

Bambino con pannolino

In genere il periodo migliore è senza dubbio quello estivo, in cui i bambini indossano abiti leggeri e talvolta possono essere lasciati correre in casa o in giardino direttamente con le mutandine. In questo modo eviterete di lavare vestiti ogni due ore.

Ma come riuscire a capire che è proprio il momento giusto per togliere il pannolino? I bambini acquistano consapevolezza e capacità di controllare gli sfinteri tra i 18 e i 36 mesi. Ovviamente ognuno ha i suoi tempi quindi non abbiate fretta se i figli delle vostre amiche hanno già acquisito autonomia e vostro figlio ancora no. Ci sono molti bambini che manifestano abbastanza esplicitamente il fastidio del pannolino e del cambio più volte al giorno, altri che sono incuriositi dal water e chiedono di sedersi, altri ancora che si chiedono perché alcuni bambini fanno la pipì all’aria aperta. Ecco, in tutti questi casi potete iniziare la cosiddetta “fase dello spannolinamento”.

I bambini tendono ad essere abitudinari, quindi inserite il vasino nella routine quotidiana, invitandolo ad iniziare a sedersi lì sopra più volte al giorno. Portate al bagno qualche giochino, in modo da invogliarlo a passare qualche minuto sul vasino senza infastidirlo o annoiarlo. Quando avrà finito, complimentatevi con lui: la pipì e soprattutto le feci sono per il bambino una vera e propria opera d’arte, quindi sottolineate la sua bravura.

Cosa fare quando se la fa sotto? Capiterà senz’altro e anche più volte, ma non perdetevi d’animo: è assolutamente normale ed è giusto che accada affinché il bambino prenda coscienza del fatto che senza pannolino la pipì cade a terra e bagna i vestiti. Cambiatelo e mentre lo fate rassicuratelo senza mortificarlo con rimproveri negativi, ma preferite frasi del tipo: “ Vedi che ora la pipì ti bagna? Ora ci cambiamo, ma la prossima volta ricordati di dirmelo”.

Cercate di far diventare il vasino un appuntamento fisso, più volte al giorno: appena svegli, a metà mattina, a pranzo, dopo il riposino pomeridiano, a cena e prima di andare a letto la sera. Ma se trascorrere il tempo sul vasino lo innervosisce o lo fa piangere non forzatelo, ma raccomandatevi di manifestare l’esigenza quando si presenta.

Qualche consiglio utile

-Complimentatevi sempre per i brillanti risultati ottenuti ogni giorno;

-Non rimproverateli se si bagnano ma cercate di spiegargli perché non devono fare la pipì nei pantaloni;

-Trasformate il vasino in un momento di gioco;

-Non togliete il pannolino in concomitanza di eventi importanti, come la nascita di un -fratellino o sorellina;

-Non tornate mai indietro: gli incidenti di percorso capitano ma non scoraggiatevi e perseverate;

-Non fate confronti: ogni bambino ha i suoi tempi;

-Cercate di rendere i bambini autonomi entro i tre anni: all’ingresso nella scuola materna è richiesto che i bambini siano in grado di andare in bagno da soli o quanto meno di manifestare i propri stimoli.

Con questi consigli non dovreste più avere dubbi su come e quando togliere il pannolino e quindi a tutte le mamme un grande in bocca al lupo!

Nessun commento

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi